Il ferro è un minerale essenziale per la nostra salute ma purtroppo è anche un elemento problematico quanto è presente in eccesso. Il ferro favorisce la produzione di radicali liberi che sono sostanze molto tossiche per il nostro organismo. Maggiore è la quantità di ferro maggiore è la quantità di radicali liberi prodotti ogni giorno.

In particolare sembra che un eccesso di ferro tenda ad accumularsi nel cervello delle persone e causare problemi neurodegenerativi in quanto il ferro favorendo la produzione di radicali liberi, favorisce l’ossidazione dei grassi e porta le cellule del sistema nervoso a morire.

Con le nuove tecniche di immagini neurologiche si è potuto constatare che il ferro tende ad accumularsi nel cervello delle persone anziane, inoltre si è anche visto che le persone con problemi di Alzheimer, Parkinson e ictus hanno un alto livello di ferro depositato nel cervello.

Vi sono alcune condizioni genetiche che favoriscono la deposizione del ferro predominantemente o esclusivamente all’interno del sistema nervoso centrale. Inoltre nelle persone anziane la concentrazione di ferro nel cervello tende ad essere il doppio rispetto a quella trovata nelle persone giovani e sane.

Per prevenire l’accumulo di ferro nel nostro corpo, con tute le conseguenze negative che questo comporta, conviene evitare le seguenti azioni:

  1.  Assumere i supplementi contenenti ferro.
  2. Cuocere in padelle di ferro, che possono rilasciare ferro nel cibo. In particolare i cibi acidi, come la salsa di pomodoro, potrebbe disciogliere del ferro della padella. Questo problema non sussite per le padelle in acciaio.
  3. Consumare troppa carne rossa in quanto questa contiene del ferro facilmente assimilabile. Con questo tipo di ferro il nostro corpo ha difficoltà ad assorbire la quantità giusta in quanto è troppo facilmente assimilabile e non riesce a regolarsi bene. Il ferro contenuto negli alimenti di origine vegetale tende ad essere di più difficile assimilazione per cui il corpo riesce ad assorbire il giusto quantitativo e non in eccesso come avviene invece per il ferro eme contenuto nelle carni.

L’eccesso in ferro non solo danneggia il sistema nervoso centrale ma sembra essere anche la causa dei tumori in particolare condizioni mediche come:

  • Emocromatosi (eccessivo assorbimento di ferro dal cibo ed accumulo)
  • Infezione virale da epatite B e C.
  • Esposizione alle fibre dell’asbesto.
  • Endometriosi.

sono condizioni associate ad un forte accumulo di ferro che possono causare il cancro.

Sembra che donare il sangue sia un buon metodo per tenere basso il livello di ferro nel sangue e ridurre quindi la probabilità di incorre nei tumori causati dall’eccesso di questo elemento.

Ovviamente le donne in gravidanza e chi soffre di anemia potrebbero avere bisogno di assumere supplementi contenenti ferro. Per le altre persone in condizioni normali l’assunzione di supplementi contenente ferro potrebbe essere molto deleterio.

Conclusione

un eccesso di ferro nel nostro corpo può danneggiare il sistema nervoso centrale e aumentare la probabilità dei tumori per cui normalmente è bene prestare attenzione a non assumere supplementi che contengono ferro oppure consumare troppa carne rossa oppure utilizzare pentole in ferro. Sembra che donare il sangue riesce a ridurre la probabilità dell’incidenza del cancro. Ovviamente le donne in gravidanza e le persone che soffrono di anemia potrebbero avere bisogno di supplementi contenenti ferro.

Riferimenti:
http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0925443911001426
http://www.researchgate.net/profile/Shinya_Toyokuni/publication/23482842_Role_of_iron_in_carcinogenesis_cancer_as_a_ferrotoxic_disease/links/00b4952a40d070409c000000.pdf
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19057183
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17179895
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7519659
http://www.emocromatosi.it/emocromatosi.htm