Fare equitazione significa innanzitutto imparare i tre passi fondamentali: passo, trotto e piccolo galoppo. A parte questo, dagli sport competitivi fino al tentativo sporadico di mettersi in sella, sotto il titolo “equitazione” c’è sempre qualche attività che può andare bene per tutti i gusti.

Le competizioni

Le gare equestri nelle competizioni olimpiche comprendono diverse specialità. C’è il “dressage”, in cui cavallo e cavaliere gareggiano in silenzio, eseguendo una serie di movimenti specifici a diverse andature, per mettere in mostra controllo, ritmo, flidità e postura. Poi c’è il salto agli ostacoli, dove bisogna superare da 15 a 20 ostacoli ad alta velocità, con l’assegnazione di penalità se il cavallo cade, rifiuta un ostacolo o ne fa cadere una porzione. Ci sono poi altri tipi di gare; in alcune si devono eseguire percorsi prestabiliti che richiedono abilità e forza; in altre si esibiscono le capacità di resistenza, con percorsi anche molto lunghi (50 miglia o più) su tracciati delimitati da percorrere entro un tempo limite.

A livello personale

Fare equitazione per molti significa amare il cavallo e tutto quello che può dare in termini di relazioni affettive e attività sportiva e di svago. Accudire un cavallo e uscire per lunghe passeggiate in campagna, collina o montagna, per molti appassionati significa adottare uno stile di vita fatto di natura, di soddisfazioni ma anche di fatica e di sacrifici. Può essere una semplice infatuazione passeggera, o la passione di una vita intera.

L’attrezzatura

Tutto dipende da quello che si vuole fare. Per una passeggiata sporadica, fatta una o due volte all’anno, basta quello che si trova presso i centri specializzati in queste attività. In linea di massima, per partire ci vogliono stivali, sella e cappello; il resto dipende dal tipo di attività che si vuole fare.

Come fare

Ci possono essere vari modi di esercitare la passione per l’equitazione. Ci si può recare qualche volta presso i centri che noleggiano cavallo e attrezzatura, ci si può fare soci di club equestri, si può comprare un cavallo personale ed accudirlo regolarmente. Sono soluzioni molto diverse per impegno personale e aspetto finanziario; in linea di massima, comunque, l’equitazione non può di certo essere classificata tra le attività meno impegnative e più a buon mercato….

Forma fisica e tecnica

Non si può andare seriamente a cavallo se non si è in perfetta forma fisica, necessaria non solo per avere un adeguato controllo sull’attività, ma anche per non rischiare infortuni o malanni. Come per altri sport, anche nell’equitazione bisogna partire nel modo giusto, apprendendo le tecniche di base in centri di addestramento specializzati; tra l’altro, si tratta del metodo migliore per sondare la propria predisposizione verso questo sport.

Gratificazione

Indipendentemente da quello che alcuni pensano, una cosa è certa: non si può sviluppare un legame con una racchetta, una palla o un altro attrezzo sportivo, che possa anche solo lontanamente assomigliare al rapporto che si instaura tra un cavallo e il suo cavaliere. Uno dei regali che l’equitazione dà è l’amore che si sviluppa con queste meravigliose creature.