Le nuove tecniche di kinesio taping esistenti riguardano il taping neuro muscolare

 ed il taping kinesiologico. 

Proviamo ora ad entrare nel dettaglio delle varie tecniche.

Tecnica di Inibizione del Riflesso di Inibizione Articolare

Questa tecnica viene utilizzata in presenza di gonfiore al ginocchio. In presenza di questo gonfiore, sono in molti a proporre le tecniche di taping Kinesiologico linfatiche. Si è arrivati a considerare, che il gonfiore al ginocchio molto spesso è di tipo articolare e non si cura con l’utilizzo di una semplice tecnica linfatica. Diversamente, grazie all’utilizzo della tecnica specifica taping, in grado di stimolare i recettori presenti nella fascia superficiale, si  inibisce il riflesso di inibizione articolare permettendo al paziente un maggior controllo dell’articolazione. L’applicazione del taping nelle varianti utili alla kinesio come il cure, cross e sport tape, offre un forte input di inibizione del riflesso di inibizione ed allo stesso tempo garantisce una maggior stabilità al ginocchio. Il paziente avrà comunque la sensazione di  indossare una ginocchiera, ma si sentirà libero di poter eseguire immediatamente contrazioni efficaci del quadricipite.

Il Kinesio Taping Method, è oggi utilizzato da fisioterapisti, terapisti occupazionali, chiropratici, preparatori atletici e altri operatori sanitari con importanti risultati su pazienti di ogni tipologia ed età. Il cerotto, applicato nella maniera corretta,  è in grado di enfatizzare gli effetti del trattamento riabilitativo e di conservarlo efficacemente tra un trattamento e l’altro. Può essere indossato per 24 ore al giorno per più giorni consecutivamente. Gli effetti terapeutici vengono prodotti grazie alla stimolazione del tessuto cutaneo, attraverso il suo particolare e unico coefficiente di elasticità. L’uso del kinesio taping, si associa alle tecniche riabilitative come la terapia manuale, l’esercizio terapeutico, la crioterapia, l’idroterapia, la massoterapia, la terapia fisica, consigliato anche per potenziare gli effetti terapeutici.

Terapia manuale:

Questa ha tecnica ha quattro principali effetti fisiologici:

  1. Corregge la funzione muscolare. Serve a ripristinare la giusta tensione muscolare, facilita la normalizzazione della funzione muscolare nell’ambito funzionale / posturale.
  2. Aumenta la circolazione del sangue / linfa. E’ in grado di favorire il drenaggio linfatico.
  3. Riduce il dolore,grazie ad un riequilibrio della attività linfatica.
  4. Assiste nella correzione di allineamento dell’articolazione,tramite il recupero della funzione e conseguentemente del corretto utilizzo della fascia.

Metodo anti cellulite

L’unione della classica tecnica iniettiva (mesoterapia) e della terapia con i “cerotti kinesioterapici” ha dato vita da un nuovo metodo “anti cuscinetti”. Si può ricorrere a questa tecnica, al metodo mesotaping, sia quando cellulite è al suo stadio iniziale, sia in stadio avanzato e anche per trattare accumuli adiposi localizzati. Utilizzata per trattare la cellulite agli stadi iniziali, ritenzione idrica, può portare alla totale scomparsa del fastidioso inestetismo. Diversamente, negli stadi più avanzati,è in grado di  garantire un notevole miglioramento della stasi linfatica e venosa, ed una riduzione della pelle a buccia d’arancia, nonchè del gonfiore delle gambe. Non esistono effetti collaterali e l’uso di questa tecnica è consigliato a tutte le donne, anche alle giovanissime. Non solo, il trattamento può essere eseguito su ogni parte del corpo, non solo su glutei e gambe, ma anche braccia, addome, fianchi, cosce, ginocchia e polpacci.